Elezioni Colleferro: Sanna di nuovo in campo

Il giorno 25 del mese di Gennaio 2020 presso il Teatro Vittorio Veneto di Colleferro, si è aperta ufficialmente la campagna elettorale di Sanna Pierluigi – Sindaco uscente – che ripropone la propria candidatura a tale carica per il quinquennio 2020-2025 per la Città di Colleferro.

Dopo aver rivolto un cordiale e rispettoso saluto a tutta la platea intervenuta, il suo intervento è stato un insieme di riflessioni politiche ed il riepilogo dei risultati raggiunti dalla sua Amministrazione in questo lustro che sta volgendo al termine.

La sua esposizione è stata molto chiara, specifica, piena di dati ed elementi sia in relazione ai comportamenti politici attuati, sia in relazione a quanto realizzato.

Il suo mandato è stato caratterizzato da fasi che si sono alternate in senso negativo ( i primi anni di gestione politica), sia nel risveglio e nell’azione amministrativa di opere che, anche se non visibili ( vedasi ad esempio le scuole e gli edifici pubblici), ne hanno evidenziato le capacità politiche, gestionali, ed amministrative.

Nella lunga e particolareggiata illustrazione fatta in un contesto politico ed amministrativo, è stato tracciato l’accento sulla differenza che intercorre tra un Sindaco ed un Commissario Prefettizio, figura chiamata ad una gestione ordinaria e temporanea.

Il Sindaco, nella sua veste istituzionale e di legale rappresentante di un Comune, ha delle sensibilità politiche e sociali, dati che invece non sono possedute dagli stessi Commissari.

Nel merito della sua ampia illustrazione, è stato posto l’accento sugli interventi degli edifici scolastici e quelli pubblici per una spesa di oltre 4 milioni di euro.

I plessi scolastici sono stati oggetto di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, di messa in sicurezza sulla vulnerabilità sismica, sulla questione energetica, sulla problematica del riscaldamento nel periodo invernale, e sulle struttura in particolare ( Scuola Leonardo Da Vinci- Scuola Infanzia e Primaria Giovanni Paolo II° – Scuola Dante Alighieri – Scuola Materna di Via Carpinetana – Scuola Media GPD), e l’Istituto IPIA con il suo trasferimento da via Palianese a Colle del Pantanaccio, concludendo in questo modo una delle parentesi più scandalose che si sono verificate nel Comune di Colleferro.

Gli impianti sportivi sono stati anch’essi oggetto di particolare attenzione con interventi di oltre 2 milioni di euro, ricordiamo il Campo Maurizio Natali, il Campo Gaslini Di Giulio – il rifacimento della pista presso il campo sportivo Comunale antistante Largo Biagio della Rosa.

Le strade di competenza comunale sono state completamente asfaltate per una spesa di oltre un milione di euro, e ci si appresta ad asfaltare l’ultimo tratto di via Casilina, e via Fontana dell’Oste, non appena saranno terminati i lavori che sta effettuando la Soc. Acea per la posa in opera delle condotte per il servizio idrico.

L’Amministrazione Comunale con azione mirata e specifica ha provveduto al salvataggio della licenza della Farmacia Comunale ( attualmente presso la COOP) e del personale dipendente, e si appresta ad aprire un’altra Farmacia Comunale in località IV KM. in data 10.2.2020.

Nella precedente campagna elettorale sul tema del rispetto dell’Ambiente, era stato evidenziato con forza e determinazione la chiusura degli impianti del termovalorizzatore e della discarica di Colle Fagiolara, obiettivi raggiunti nell’anno 2017 per il primo e 16.2.2020 con la chiusura della discarica Comunale.

Il Sindaco ha voluto precisare che nel Consiglio Comunale del 13 Febbraio 2020 sarà approvato per la prima volta il bilancio Comunale di Colleferro senza i proventi economici della discarica e del termovalorizzatore, a fronte di una situazione economica e finanziaria disastrosa, trovata all’atto dell’insediamento della sua Amministrazione Comunale.

Uno degli esempi più significativi per il risanamento delle casse comunali è stato quello di gestire diversi servizi comunali in locali di proprietà comunale e non in locali di proprietà privata ove venivano pagati “i c.d. affitti” ai soggetti privati proprietari degli stessi immobili.

Sono stati predisposti gli atti amministrativi per la realizzazione della nuova caserma dei Vigili del Fuoco all’interno dei Piani Artigianali, con intervento del Ministero dell’Interno.

In programma a breve inizieranno i lavori per la nascita del parco del Castello e della pista ciclabile che collegherà la Stazione Ferroviaria con via Fontana dell’Oste e proseguirà fino al IV KM.

La realizzazione del parco del Castello è stata una vittoria conseguita dall’Amministrazione Comunale che, da un lato ha evitato una nuova cementificazione, e dall’altro, parte di questa opera viene finanziata con gli ultimi proventi della discarica, a fronte di una restituzione ambientale alla Città di Colleferro, che per anni è stata definita ” Città e deposito della monnezza”.

Gli atti amministrativi per i due interventi sono in corso di lavorazione ivi comprese le procedure di espropriazione delle aree dei privati.

Verrà riaperta via famosa via Romana dopo che la soc. Secosvim avrà ultimato il trasferimento degli uffici, e dopo anni di promesse mai mantenute, una nuova arteria sarà a disposizione della Città, con il collegamento di Piazza Italia allo Scalo.

Sono in corso di definizione anche gli atti tecnici amministrativi per la realizzazione di una nuova strada sopraelevata che si snoderà dalla via antistante i Piani Artigianali per raggiungere la via Casilina, ivi compresa via Fontana dell’Oste, ed in questo modo il traffico pesante non transiterà più per il Colosseo e per il centro della città.

La Città di Colleferro è stata Città della Cultura per l’anno 2018 e sarà Città dello Spazio per l’anno 2021.

Un vanto per questa Amministrazione Comunale per il lavoro svolto, e per quello che ci piacerebbe fare in seguito,per il completamento del programma iniziato 5 anni fa, con l’imminente definizione dei lavori al fabbricato che ospita l’auditorium ( peraltro inaugurato lo scorso 8 Dicembre 2019), il Polo Museale, il Museo Archeologico, ed il raddoppio della via Casilina.

Quello che ha caraterizzato questa Amministrazione Comunale è stato quello di ripianare la situazione economica/finanziaria dell’Ente, e quello di aver eseguito interventi con finanziamenti di Enti Pubblici e con vittoria ai bandi di partecipazione per il conseguimento delle risorse finanziarie per i lavori stessi.

Vedasi il mercato coperto, il parcheggio multipiano, ed altre opere che sono in cantiere.

Il candidato a Sindaco Sanna Pierluigi ad apertura della campagna elettorale che culminerà con le elezioni amministrative nel mese di maggio 2020 ( con eventuale ballottaggio), sarà impegnato e determinato non solo per le problematiche rimaste aperte, ma impegnerà tutte le proprie energie unitamente alla sua squadra nascente per riconquistare lo scranno dell’Amministrazione Comunale.

Dalla nostra redazione non possiamo non augurare al candidato Sindaco ” In bocca al lupo” ed un saluto.

Angelo Lupi

Foto: Danilo Costantini